Organizzazione

Runners Bergamo

In collaborazione con

cus bergamo

Sponsor

  • creberg.jpg
  • duetorri.png
  • lovato.jpg
  • diadora-shoes-logo.jpg
  • eco.jpg
  • radionumberone.jpg

Mezza Maratona sul Brembo, la parola ai protagonisti

MsB 2017 002 cristian riva

Michele Belluschi, classe 1992, comasco di Figino Serenza: “Sono partito con l’intenzione di stare sull’ora e sette, tempo sotto il quale sono sceso due volte nel 2016. Nasef e io ci siamo dati cambi regolari, io tiravo un po’ di più. Superata la metà gara abbiamo rallentato e ho perso la motivazione. Negli ultimi 5 o 6 chilometri siamo andati piano e nei 400 metri finali mi sono avvantaggiato andando a vincere. Avevo corso qui nel 2014 arrivando quarto assoluto. Mi sono allenato molto durante le feste, volevo gareggiare subito all’inizio dell’anno così ho scelto la MsB. Sono felice per la vittoria anche se il tempo è alto. Ho corso con la runcard ma da lunedì sarò ufficialmente tesserato per l’Atletica Recanati”.  

 

MsB 2017 020 cristian rivaPatricia Morceli: “Sono davvero contenta del risultato, la gara è bella, presenta anche alcuni cavalcavia che l’hanno resa più divertente. Cercavo una mezza maratona da disputare all’inizio dell’anno è la mia scelta è caduta sulla Mezza sul Brembo. Vivo nella zona di Zurigo, le ore di auto che mi separano da Bergamo non sono troppe. Il mio prossimo importante obiettivo è proprio la maratona di Zurigo”.

 

Virgilio Barcella, presidente asd Runners Bergamo: “Come Asd Runners Bergamo, per ogni manifestazione che organizziamo, puntiamo alla soddisfazione dell’atleta. Cerchiamo, nella semplicità, di dare la massima attenzione ai servizi di cui necessitano gli atleti. La struttura del Cus ad esempio non è enorme, non può ospitare più di un certo numero di persone, ma è perfetta per accogliere gli sportivi. Ci sono docce calde, un deposito borse grande e sorvegliato, lo spazio per allestire un grande ristoro, i locali sono moderni e riscaldati. Anche sul percorso cerchiamo di curare ogni dettaglio importante, e lo teniamo chiuso al traffico veicolare. Mettiamo la nostra passione per la corsa al servizio degli atleti. Oggi è filato tutto liscio, vedo che i concorrenti sono felici, e anche noi organizzatori, dopo gli sforzi fatti nell’allestire l’evento, possiamo finalmente tirare il fiato e sentirci soddisfatti. Ora pensiamo alle prossime manifestazione, tenendo nel cuore le persone che ci hanno lasciato tragicamente in queste ultime settimane”.

MsB 2017 019 cristian riva

Ahmed Nasef: “Sono raffreddato e in fase di scarico dopo aver corso una serie di maratone e avere ottenuto la vittoria al campionato italiano nella 42 km del Lago Maggiore. Ho preso la Mezza sul Brembo come un allenamento. Il mio prossimo obiettivo è la maratona di Roma che vorrei finire in 2h12’. E’ la mia prima volta qui alla gara di Dalmine”.

 

Nicola Nembrini: “E’ andata bene. Con il mio allenatore Bosio ci siamo accordati con l’indicazione di restare cauto perché avvertivo dolorini alle gambe. Ho rispettato il suggerimento e ho corso i primi dieci chilometri a 3’25” - 3’30”. Ero in un gruppetto con Gualdi, Zanotti e Colnaghi. Oltrepassato il diecimila, sentendomi bene, ho voluto aumentare il ritmo. Ho staccato il gruppetto, recuperato e superato il quarto concorrente al 13° km, poi ho recuperato e sorpassato Sonzogni al 18° km. Giunto al km 19, ho cominciato a scorgere i primi due davanti a me, ho provato ad avvicinarmi a loro ma non era fattibile il ricongiungimento. Ho chiuso sul podio, in terza posizione, confermando il risultato dello scorso anno. E’ stato un test di avvicinamento alle campestri”.

MsB 2017 003 cristian riva

Pietro Sonzogni: “Il 26 dicembre avevo fatto un test a Brescia e sapevo di stare bene, così sono partito forte. Ma ho pagato gli strascichi dell’influenza di settimana scorsa. Sono contento di averla portata a termine, i tempi non sono eccelsi ma bisogna tenere conto delle temperature rigide”.

 

Luisa Gelmi: “Sono contenta del risultato, in questo periodo sono sotto carico per preparare le mezze di febbraio e marzo. Ho fatto un buon tempo, vicino al mio personale. Lo scorso anno terza, oggi seconda, insomma, un bel miglioramento”.  

Con il patrocinio di:

coni bergamo patrocini fidal

Questo sito utilizza cookies per rendere l'esperienza utente migliore. Se desideri continuare ad utilizzarli premi "Accetta".